Entro oggi ...

16 settembre

Il datore di lavoro, interessato a ottenere l’autorizzazione all’accentramento presso un’unica sede dell’INAIL delle posizioni assicurative concernenti lavori diversi da quelli a carattere temporaneo di cui all’art. 11, DM 18/6/1988 e smi, è tenuto a presentare motivata istanza, corredata dalla copia del provvedimento di autorizzazione all’accentramento della tenuta dei documenti di lavoro rilasciata dalla direzione provinciale del lavoro nella cui circoscrizione si trova la sede INAIL presso la quale si chiede l’accentramento (Art. 12, D.M. 18/6/1988; D.M. 24/2/1998)

20 settembre

I produttori o gli utilizzatori di imballaggi iscritti al Consorzio nazionale imballaggi (CONAI) e in regime di dichiarazione mensile dovranno presentare la denuncia e calcolare il contributo prelevato o dovuto nel mese precedente. Entro i successivi 90 gg dovranno essere versati gli importi relativi sui conti, uno per ogni tipologia di materiale, del CONAI (Art. 7 comma 9-10 Regolamento CONAI)

24 settembre

Le persone fisiche e imprese già iscritte al registro telematico nazionale, devono conseguire i pertinenti certificati e attestati, alla data di entrata in vigore del D.P.R (avvenuta il 24 maggio 2019) entro la scadenza del termine del 24 settembre previsto dall’art 21, comma 2 D.P.R.n.146/2018. Il mancato rispetto di questo termine comporta, previa notifica dell’interessato, la cancellazione del registro telematico nazionale.

30 settembre

I produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche(Aee) devono effettuare il pagamento della tariffa individuata a copertura del sistema  di gestione dei Raee (D.M.17 giugno 2016,art.2)entro la scadenza del termine previsto del 30 settembre.

Entro oggi i produttori e gli importatori di pneumatici devono informare l’autorità competente, per il prossimo anno solare, delle stime degli oneri relative alle componenti di costo di cui all’All. D del D.M. 82/2011.

I Consorzi dei produttori delle varie tipologie di materiali di imballaggi ex Allegato E, parte IV, D.Lgs. 152/2006 devono mettere a punto e trasmettere al CONAI e Osservatorio nazionale sui rifiuti un proprio programma pluriennale di prevenzione della produzione dei rifiuti di imballaggio e presentare ai medesimi enti un piano specifico di prevenzione e di gestione relativo all’anno solare successivo, che sarà inserito nel programma generale di prevenzione e di gestione (art. 223 commi 4 e 5 D.Lgs. 152/2006 modificato dall’art. 2 comma 30-quater D.Lgs. 4/2008).

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti deve inviare alla Commissione Europea la relazione annuale sulla sicurezza delle gallerie della rete stradale (Art. 15, commi 1 e 2, D.Lgs. 264/2006)

Le Regioni e le Province autonome e le amministrazioni ed enti territoriali sono tenuti ad inviare al Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e all’ISPRA informazioni inerenti la difesa del suolo, lotta alla desertificazione, tutela delle acque dall’inquinamento, gestione delle risorse idriche e prevenzione del dissesto idrogeologico (Art. 1 comma 1132 Legge 27/12/2006 n° 296)

Gli esercenti dei grandi impianti di combustione (GIC) ex direttiva 88/609/CEE devono effettuare il versamento della rata trimestrale dell’imposta sui consumi di carbone, coke di petrolio, bitume d'origine naturale emulsionato con il 30% d'acqua impiegati negli impianti di combustione nell’anno precedente (Art. 8 comma 7-8 Legge 23/12/1998 n° 448)

Gli esercenti dei grandi impianti di combustione (CIG) (ex direttiva 88/609/CEE e art. 1 comma 3 D.P.R. 416/01) devono versare la seconda rata trimestrale della tassa sulle emissioni di anidride solforosa e di ossidi di azoto (Art. 17 commi 29-33 Legge 27/12/1997 n° 449; Art. 4 D.P.R. 26/10/2001 n° 416)

Gli esercenti di elettrodotti con tensione di esercizio non inferiore a 132 kV devono fornire agli organi di controllo 12 valori per ciascun giorno, corrispondenti ai valori medi delle correnti registrati ogni 2 ore nelle normali condizioni di esercizio (Art. 5, comma 4, DPCM 8 luglio 2003).

Deve essere versato, trimestralmente, il contributo di riciclaggio degli oli e grassi vegetali e animali esausti a favore del Consorzio obbligatorio nazionale di raccolta e trattamento degli oli, dei grassi vegetali ed animali esausti (Art. 47, comma 9, lett. d), D.Lgs. 22/1997; art. 2 D.M. 27/11/2003)

Le Regioni e le Province autonome devono comunicare al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare informazioni inerenti le spedizioni effettuate secondo l’art. 13, comma 3, della Convenzione di Basilea del 22.3.1989 sul controllo dei movimenti transfrontalieri di scorie tossiche e della loro eliminazione, con annessi, ratificata con legge 340/1993 (Art. 194, comma 7, D.Lgs. 152/2006)

I Consorzi autonomi di gestione degli imballaggi (composti da produttori di imballaggi che non aderiscono al CONAI) sono tenuti a trasmettere all’Osservatorio nazionale rifiuti un piano specifico di  prevenzione e gestione degli imballaggi (Art. 221 comma 7 DLgs 152/2006)

L’ENAC (Ente Nazionale per l’aviazione civile) deve inoltrare al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasposti la relazione annuale sull’applicazione del D.Lgs. 18 maggio 2009 n° 66 – disciplina aerei subsonici civili – unitamente alle relative sanzioni applicate (Art. 9 comma 3)

Il Ministero dell’Ambiente e della tutele del territorio e del mare è tenuto a comunicare alla Commissione Europea le informazioni riportate all’art. 19 comma 9 D.Lgs. 155/2010 – qualità dell’aria ambiente

Il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare è tenuto ad inviare alla Commissione Europea relazione quadriennale sull’attuazione della direttiva 2012/18/Ue con le modalità stabilite dalla Commissione ai sensi dell’art. 21 par 5 direttiva 2012/18/Ue (Art. 5 comma 2 lett. d) DLgs 105/2015 – siti a rischio di incidente rilevante)

Agenzie regionali per l’Ambiente (A.R.P.A.), ovvero se non istituite i Presidi e servizi multizonali, devono trasmettere al Ministero della Sanità i risultati dei campionamenti relativi alla qualità delle acque da balneazione effettuati nel mese di aprile. (art. 2, lettere C e D, e art. 4, comma 3, D.P.R. 8 giugno 1982, n° 470; art. 18 comma 1, lettera B, legge 29 dicembre 2000, 422)

Deve essere trasmessa dalle Regioni ai Ministeri dell'Ambiente e a quello della Tutela del Territorio e delle Infrastrutture e dei Trasporti, la relazione mensile sul monitoraggio dell’inquinamento acustico aeroportuale. Sono esenti i voli di Stato, sanitari e di emergenza (art. 1 D.P.R. 9/11/1999 n. 476).